PRONTO SOCCORSO H24 080 403 3265
Tel:080 403 3265Email: info@cvcm.itPRONTO SOCCORSO H24 - 365 Giorni all'anno

I cani e il freddo

19 gennaio 2017
shutterstock_506768995-e1484921480531.jpg

Anche se dotati di pelo, i nostri amici possono essere comunque vulnerabili quando il freddo si fa particolarmente pungente (come in questo periodo!). La maggior parte dei cani può tollerare le basse temperature, ma bisogna comunque prestare attenzione per evitare disagi o addirittura situazioni di ipotermia che necessitano dell’intervento del veterinario.

E’ relativamente semplice capire quando i cani hanno freddo: tremano e cercano il calore, proprio come facciamo noi e talvolta possono apparire letargici.

Tenerli al caldo e all’asciutto
Anche se il cane passa la maggior parte del suo tempo all’aperto durante i mesi più caldi è consigliabile tenerlo in un ambiente chiuso durante l’inverno o almeno durante le giornate particolarmente fredde. Una buona regola è che se è troppo freddo per te, sarà troppo freddo anche per il tuo cane!

La razza è sicuramente importante per determinare la resistenza alle basse temperatura: Husky, Pastore Tedesco e San Bernardo sono per natura abituati a gestire temperature più fredde. Mentre cani con pelo corto e sottile, come Chihuahua o Levrieri è sempre bene coprirli.

Dopo una passeggiata o una corsa sulla neve è sempre importante asciugare il pelo, che probabilmente sarà bagnato o umido.

Attenzione alle stufe e ai camini. E’ bene non lasciare mai il cane incustodito davanti ad una stufa o ad un camino… potrebbe bruciarsi. E’ un incidente più comune di quanto si immagini.

Cuccia
Anche se, come detto, sarebbe meglio tenere il cane in casa durante l’inverno, qualora siate impossibilitati è importante attrezzare la cuccia per ripararla il più possibile dal freddo. La cuccia dovrebbe essere ben isolata e non piena di spifferi e possibilmente non orientata a Nord  per ripararla dai venti freddi.

Aggiungere una coperta soffice e calda nella cuccia è buon metodo per renderla più calda, ma attenzione che sia sempre asciutta: se fosse bagnata o umida potrebbe gelare!

Cibo e acqua
Monitorare spesso la ciotola dell’acqua per assicurarsi che non sia ghiacciata. I cani hanno la stessa probabilità di disidratarsi in Inverno così come in Estate. La neve non è un sostituto per l’acqua! Inoltre il vostro cane può spendere più energia in Inverno per regolare la temperatura corporea, pertanto, potrebbe essere necessario calibrare l’apporto alimentare di conseguenza. Chiedete consiglio a noi.

Pulci e zecche
Pulci e zecche sono in grado di sopravvivere al freddo. Possono ripararsi in posti più caldi (come in casa) o rifugiarsi sui corpi di animali selvatici, per poi riattivarsi nelle giornate invernali più calde. E’ bene non abbassare mai la guardia proteggendo il vostro peloso sempre con prodotti idonei.

Cani anziani
I cani con malattie legate all’età come l’artrite o il diabete possono essere più vulnerabili agli effetti del freddo. Le articolazioni già doloranti possono facilmente essere soggette a infiammazioni. Per questo motivo è importante non sottoporre il cane a lunghe passeggiate di un’ora o più. Provate con una passeggiata di 10 minuti e se vedete che la risposta è positiva provate ad allungarla fino ad un massimo di 30 minuti.

Per qualsiasi dubbio, chiarimento o ulteriore informazione non esitate a contattarci.

Lo Staff della Clinica Veterinaria Città di Monopoli

 

 

Copyright by Gianluca Ferrara - Marketing & Communication Management. All rights reserved.